BarCamperisti di Calabria – Crotone

Diario di bordo: data astrale 13 giugno 2012 …Ore 15: calma piatta.

Sarà forse che è Sant’Antonio (e magari ci si è intrattenuti di più a festeggiare i festeggiati!) o perché nei centri cittadini più tranquilli si usano le ore pomeridiane per la pennichella, ormai sconosciuta ai cittadini frenetici delle grandi città, fatto sta che forse anche il clima stesso favorisce l’idea di rimanere a casa sebbene il vento porti il profumo di mare (e qualche aggiunta non definibile).

Ma tutto sommato la giornata nella terra di Pitagora non è andata male. Di certo non ci sono state idee ipertecnologiche, né super innovative, ma del resto era nell’aria.

La scommessa sarebbe stata vinta se da una città come Crotone fossero arrivate proposte di idee imprenditoriali sconnesse dal territorio ed invece, come volevasi dimostrare, così non è stato. La crisi e la condizione di questi luoghi ha influenzato i giovani (non proprio anagraficamente) che stamattina sono saliti sul BarCamper.

Turismo, ambiente e sociale, queste le tre parole d’ordine dei Crotonesi. Un turismo da valorizzare ponendo l’accento sulla gestione fallimentare che è tutt’ora in corso…l’ambiente da salvare, ammesso che ancora fosse possibile, adottando anche misure alternative che possano, in qualche modo, sollevare le sorti della città ed infine il disagio sociale ed economico-finanziario in cui si trova la popolazione.

Ognuno prova a dare il suo contributo ed è comunque apprezzabile che alcuni crotonesi siano saliti sul Camper per esporre la propria idea di sviluppo, dove Antonello, Loris, Marco e Massimo hanno ascoltato con attenzione e senza lasciarsi andare a commenti di alcun genere.

Ma la realtà vera di una città come Crotone la si è toccata con le domande dei passanti, incuriositi dal Barcamper in Piazza della Resistenza a pochi metri dall’ingresso della casa comunale : «State cercando persone da far lavorare?», «ma qui si danno finanziamenti?», «fate prestiti d’onore per i giovani?»…«No!! Qui si espongono idee…si valutano e semmai dovessero ritenersi sostenibili, si fa in modo che diventino una realtà imprenditoriale»

Lasciamo Crotone, augurando a questa città una sincera ripresa, perché in realtà merita attenzione anche se non ne da’,  così come hanno fatto i suoi amministratori, che passando accanto al BarCamper (che di certo non sponsorizza prodotti ma è alla ricerca di idee d’impresa) non lo hanno nemmeno degnato di uno sguardo. Si va lontano se si guarda ciò che abbiamo vicino a noi… spesse volte.

Domani c’è Catanzaro… accendiamo i motori!

Informazioni su giuliafresca

Ingegnere, giornalista, scrittrice... sempre in movimento alla ricerca di "virtute e canoscenza"
Questa voce è stata pubblicata in Diari di viaggio. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...